I nostri servizi

  • Avete qualche dubbio o domanda?
  • Piazza Principale 839052 CaldaroAlto Adige/ITALIA
  • T. +39 0471 965 410F. +39 0471 963 469E. info@wein.kaltern.com
  • Da lunedì a venerdìDalle ore 8 alle 18Sabatodalle ore 9 alle 18Domenica & feste pubblichedalle ore 9 alle 12:30
Italiano
Contatti

Il sentiero del vino

wein.kaltern_Projekte_Monolithen
Il sentiero del vino ha la forma di un otto che ha il suo punto di intersecazione nel centro del paese, e percorre la già esistente passeggiata del Lago di Caldaro passando vigneti storici e aziende vinicole. Per far conoscere a chi passeggia lungo il sentiero del vino quali vigneti storici incontra, i loro confini sono contrassegnati da soglie nel terreno che indicano i nomi storici dei vigneti. Si tratta di nomi poetici di origine retoromana quali "Vial", "Prunar", "Puntara", "Palurisch" … che evocano suggestioni onomatopeiche.
wein.kaltern_Landschaft_Dorf
Le soglie lungo il sentiero del vino sono realizzate in pietra calcarea bianca, le lettere utilizzate per i nomi delle plaghe sono invece in metallo. Il Punto é realizzato in porfido. Entrambi i materiali, sia la calce che il porfido sono presenti nel terreno sul quale crescono i vitigni. Sul piano dei tavoli è inserita una targa in bronzo quadrata con incisi dei testi.
wein.kaltern_Logo

Tavola 1 (Introduzione)

Caldaro al lago sulla Strada del vino - Paese vinicolo con proprio bicchiere (Modello Riedel "Kalterersee-Auslese") - Migliori plaghe tra 200 e 700 m s.l.d.m. - Vini rossi a maturazione tardiva al lago di Caldaro (215 - 315 m s.l.d.m.) - dai 500 m s.l.d.m. prevalentemente vini bianchi freschi e fruttati, tra questi anche qualche vitigno rosso - Clima: fino a 600 m s.l.d.m. clima submediterrano, poi sudalpino - Terreno: alluvionale calcareo, porfido vulcanico - Vento: al pomeriggio caldo vendo da sud e dal lago di Garda, la sera fresco vento dall massiccio della Mendola

Tavola 2 (Prospettiva)

A Caldaro si coltiva dell'ottimo vino, che nel frattempo ha ottenuto anche dei riconoscimenti a livello internazionale. Dinanzi a queste premesse, i produttori vinicoli di Caldaro - e con essi il paese nella sua interezza - hanno dato vita all'offensiva qualitativa denominata wein.kaltern. Un progetto ambizioso che influenza in modo diretto ogni singola bottiglia di vino che potrete assaporare a Caldaro.

Tavola 3 (Rückblick)

La prima citazione ufficiale del "vinum de caldaro" risale al 1220. Gli inizi della viticoltura a Caldaro tuttavia ai periodi retici e romani. Fin'ora in Oltradige non state invece rinvenute viti appartenenti al periodo preromanico, tuttavia abbiamo a disposizione tutta una serie di reperti archeologici che attestano l'esistenza di una cultura vinicola attorno alla metà del 1. sec. avanti Christo.

Tavola 4 (Sguardo d'insieme)

Al giorno d'oggi, su una superficie di 760 ettari, i produttori vinicoli di Caldaro producono vini eccellenti, disponibili sia presso le enoteche locali, direttamente presso le tenute vinicole o presso la cantina sociale. Dal vitigno locale, la Schiava, si produce il famoso "Kalterersee", ma vengono coltivati anche vitigni classici come il Pinot bianco e nero, Chardonnay, Gewürztaminer, Cabernet e Merlot.