I nostri servizi

  • Avete qualche dubbio o domanda?
  • Piazza Principale 839052 CaldaroAlto Adige/ITALIA
  • T. +39 0471 965 410F. +39 0471 963 469E. info@wein.kaltern.com
  • Da lunedì a venerdìDalle ore 8 alle 18Sabatodalle ore 9 alle 18Domenica & feste pubblichedalle ore 9 alle 12:30
Italiano
Contatti

Storia

Historisches Bild - Fasstransport
I cambiamenti nel tempo - prima che arrivassero i trattori, per trasportare le botti dal lago di Caldaro alla cantina, venivano utilizzazi i buoi

I vigneti di Caldaro

L’Alto Adige è stato plasmato dalla presenza di generazioni di viticoltori che ne hanno fatto una terra a vocazione viticola dalle lunghe tradizioni. Ritrovamenti di semi di uva testimoniano la presenza della vite già nell’età del ferro. In questo suggestivo paesaggio la vite trova da sempre le condizioni ideali per crescere e svilupparsi. L’Alto Adige è uno dei territori a vocazione vitivinicola più antichi della Mitteleuropea e di tutta l’area germanofona.

Le persone vanno e vengono - i vini altoatesini rimangono

L'appartenenza di Caldaro a diversi vescovadi e addirittura a diverse nazioni è cambiata spesso nel corso dei secoli. Innumerevoli sono stati i viaggiatori e i pellegrini che hanno attraversato il paese lungo l'asse nord-sud, uno dei più importanti collegamenti europei. Qui vissero popoli come i liguri, gli etruschi, i retici e gli illirici, vennero i romani, i franchi, gli ostrogoti e i longobardi. Carlo Magno governò il paese, poi i signori della chiesa trentina, mentre conti e signori da ogni dove si assicurarono una parte di questo terreno meravigliosamente fertile. Infine, questa area è stata ascritta alla Casata degli Asburgo per un periodo di 500 anni, per poi tornare a far parte del regno d'Austria dopo il regno di Napoleone I, fino alla fine della prima guerra mondiale. Nel 1919 l'Alto Adige, e di conseguenza anche Caldaro, vennero annesse all'Italia.

Sommario storico

Il paese vinicolo di Caldaro é un luogo dalla lunga tradizione. Il seguente elenco regala una sguardo d'insieme degli eventi storici di rilievo, quelli che maggiormente hanno caratterizzato lo sviluppo della viticoltura e della regione in generale.

Eventi caratterizzanti

ca. 500 - Viene eretta a Castelvecchio la chiesa di San Pietro (oggi ne sono visibili le rovine).
1220 - Prima menzione ufficiale del “vinum de Caldaro”
1250 - prima menzione ufficiale della misura del vino detta “urna de Caldarium”.
1268 - Conrad von Campan fece costruire Castel Campan
1286 - I Signori von Rottenburg ottengono il diritto di tribunale per Caldaro.
1363/1366/1369 - Forti gelate distruggono le viti
1536 - A questa data si fa risalire lo stemma di Caldaro raffigurante il paiolo in rame.
1550-1600 - Fioritura dello stile dell’Oltradige
1614 - La tignola della vite provoca gravi danni
1681 - Prima menzione ufficiale di Caldaro come mercato (“Markt Caltern”)
1748 - In due mesi la peste miete 100 vittime
Attorno al 1750 - Vengono costruiti gli ultimi torchi
1850 - L’oidio minaccia le colture della vite
1878 - Costituzione dei vigili del fuoco volontari di Caldaro
1879/80 & 1890/91 - U ltime grandi morie di vite (tarde gelate primaverili)
1880/85 - Viene costruita la strada della Mendola
Attorno al 1890 - Bonifica dei territori a sud del lago di Caldaro
1900 - Costituzione del primo consorzio
1901 - Prima automobile al Passo della Mendola
1902 - Gravi danni causati dalla filossera della vite
1903 - Inaugurazione della prima funicolare della Mendola
1908 - Realizzazione della scuola in Piazza Principale
1919 - Annessione dell’Alto Adige al Regno d’Italia
1932 - Caldaro diventa sede dell’arcivescovado
1935 - Arrivano le prime macchine agricole su ruote per la lotta ai parassiti
1955 - Ultimazione della “Strada del Vino”